Trastuzumab (Herceptin®) appartiene a un gruppo di farmaci chiamati anticorpi monoclonali.

Come agisce

Trastuzumab (Herceptin®) agisce legandosi al recettore HER2 in modo che le cellule tumorali non abbiano stimoli per crescere.

Trastuzumab (Herceptin®) viene utilizzato in pazienti con un tumore al seno in fase precoce HER2 positivo, dopo l’intervento chirurgico, per ridurre le probabilità che il tumore ritorni o si diffonda. Le pazienti con un tumore al seno HER2 negativo non traggono alcun beneficio dalla somministrazione di Trastuzumab (Herceptin®).

Trastuzumab (Herceptin®) viene somministrato a volte insieme, a volte dopo la chemioterapia. Come viene somministrato dipende da molti fattori come ad es. lo stato di salute generale della persona o il tipo di chemioterapia che viene associata. Trastuzumab (Herceptin®) può essere somministrato durante la radioterapia. In pazienti con problemi cardiologici la sua somministrazione deve essere valutata con attenzione e può non essere possibile.

La durata complessiva del trattamento è all’incirca 1 anno (18 somministrazioni totali).
Studi clinici hanno dimostrato che una durata superiore non aumenta il beneficio del trattamento. Una durata inferiore di trattamento (circa 6 mesi, cioè 9 somministrazioni totali) ha un’efficacia leggermente inferiore e non viene abitualmente raccomandata ma può essere discussa in casi molto selezionati.

Testo redatto da  Olivia Pagani, oncologo medico – marzo 2020