L’esame citologico viene effettuato su materiale prelevato da un nodulo con ago fine o da una secrezione del capezzolo.

Il materiale prelevato viene strisciato su un vetrino e colorato. In seguito il citologo esamina il reperto al microscopio e stabilisce se le cellule sono benigne o maligne.

Testo redatto da Olivia Pagani, oncologo medico

Ultima revisione – febbraio 2020