L’esame mammografico, se effettuato nell’ambito del programma di screening cantonale, risulta essere gratuito per la donna.

Il programma si rivolge alle donne dai 50 ai 69 anni residenti nel cantone di provenienza. La donna viene invitata ogni due anni tramite una lettera di sottoporsi ad una mammografia di diagnosi precoce in uno dei centri indicati.

La mammografia di screening effettuata nell’ambito di un programma controllato di elevato livello qualitativo è raccomandata dalla Federazione svizzera dei programmi di screening del cancro, dalla Lega svizzera contro il cancro  e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità,  in quanto rappresenta il metodo scientificamente più appropriato per l’individuazione precoce del cancro del seno.

Nel Canton Ticino lo screening è organizzato dal Centro programma screening Ticino che presenta il servizio nel suo insieme, fornisce tutte le informazioni relative al funzionamento dell’esame in 10 lingue, l’elenco dei centri accreditati nel Canton Ticino, così come ulteriori informazioni sul programma stesso.

Il programma cantonale di screening mammografico è un servizio pubblico che invita le donne tra i 50 e i 69 anni residenti in Canton Ticino (circa 44’000) di sottoporsi ogni due anni ad una mammografia di screening.

L’esame mammografico di diagnosi precoce fatto nell’ambito dello screening cantonale in Ticino  è gratuito.
I costi della mammografia, fatta nell’ambito dello screening cantonale, sono in gran parte sostenuti dall’assicurazione malattia di base e dal Cantone Ticino che copre sia la quota di partecipazione pari al 10% del costo totale dell’esame sia i costi del programma stesso.

La partecipazione al programma di screening mammografico è volontaria.

Art. 12e), lett.c) dell’Ordinanza federale sulle prestazioni dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Modifica del 21 novembre 2007.
Le organizzazioni che svolgono il programma di diagnosi precoce secondo l’Ordinanza sono riconosciute dal Cantone oppure da più Cantoni congiuntamente. Esse devono segnatamente comprovare di disporre degli strumenti necessari  e di personale competente e dedicato per assumere i propri  compiti. In Svizzera diversi Cantoni, in particolare della Svizzera romanda, dispongono già  da lungo tempo di tali programmi.

 

Testo a cura di: Annemarie Fahrländer,  ricercatrice di salute pubblica

Ultima revisione – febbraio 2020